Dall'esperienza di un produttore sardo arriva il Pecorino che non crea intolleranze e allergie

pecorino_intolleranze_allergia
Dalla mano esperta di Bastianino Piredda arriva il nuovo Pecorino, al caglio di maialetto, che non crea allergie.

Direttamente da Sassari arriva il formaggio che non porta allergie e intolleranze: un prodotto caseario d'eccellenza quello creato da Bastianino Piredda, tecnico caseario noto per aver prodotto il Granglona, formaggio pecorino coagulato con latte di vitello.

L'idea nasce dalle ricerche di Piredda che, grazie alla sua lunga esperienza nel settore lattiero-caseario, ha dato il via ad una produzione sperimentale condotta nell'azienda Monte Entosu di Nulvi.

Un formaggio dall'aspetto compatto e dal sapore morbido e cremoso che, a differenza di altri formaggi, viene realizzato mediante l'utilizzo di caglio di maialetto o, per meglio dire, maialetto da lette.

Il caglio, ribattezzato Capor (caglio di porcetto), tra le tante proprietà conserva quella di non portare allergie, diifatti, come confermato dallo stesso Piredda «Le intolleranze alimentari ai formaggi sono dovute alla caseina, al lattosio e al caglio. Ebbene, con il nostro progetto, questa terza causa l'abbiamo eliminata. La fisiologia e la morfologia dei maiali sono molto simili a quelle umane. Questa specie infatti, viene usata abitualmente come modello per l’applicazione di ricerche di fisiologia in diversi campi medici come testimonia l'ampia letteratura esistente. In particolare fra i mammiferi superiori, il modello animale tra i più utilizzati ai fini della sperimentazione è proprio il suino. Il maiale, infatti,e è un animale che geneticamente è vicino alla specie umana. Anche il tipo di alimentazione (onnivora), l’anatomia e la fisiologia dell’apparato digerente sono simili a quelli umani».

Tali caratteristiche pertando, renderebbero l'innovativo pecorino con caglio di maialetto, del tutto compatibile anche a intolleranze al caglio di altri animali: «Lo sviluppo infantile tra l'uomo e il maiale sono così simili che si riflette persino nell’attività enzimatica. -continua Piredda – I ricercatori del Children’s Nutrition Research Centre (Houston, Texas) hanno monitorato l’attività delle prime sei settimane di vita dei maiali nani. Questi ricercatori hanno dimostrato che l’attività di tutti gli enzimi analizzati a livello dell’ileo e del duodeno sono in tutto simili a quelli trovati nei bambini».

Proprio da simili studi il tecnico è partito per creare un nuovo formaggio capace di coniugare le esigenze del gusto, a quelle più specifiche di nutrizione e salute, un prodotto innovativo che, presto, sarà finalmente messo in commercio e a disposizione di tutti i consumatori.

#pecorino 

Tag Popolari

Altre Notizie dal mondo del formaggio

Graukäse: il formaggio grigio tipico dell'Alto Adige

Alla scoperta del Graukäse, il formaggio grigio prodotto nelle malghe dell'Alto Adige

#curiosita 

Risotto taleggio e zucchine: il piatto dal profumo ...

Ecco la ricetta del risotto taleggio e zucchine: una prelibatezza italiana facile da preparare e ottima da gustare

#ricette 

Pronti per la Festa del Formaggio ?

Tutto pronto per la tanto attesa “festa del Formaggio” che si terrà dal 5 al 7 Maggio a Nogarole Vicentino

#eventi 

La riscossa del latte crudo: rivoluzione in arrivo ...

Cheese 2017 arriva la rivoluzione: nella prossima edizione solo formaggi a latte crudo !

#eventi 

POWERED BY hermes piva 06930131211